6.2 C
Siena
lunedì, Febbraio 26, 2024

L’intellettuale Fallaci in “Una straordinaria antipatica”

Amata o odiata. Una vita senza mezze misure quella di Oriana Fallaci così come probabilmente anche lei voleva, con il suo carattere brusco che non la faceva risultare simpatica a tutti. Ma questo non le ha impedito di diventare famosa in tutto il mondo per i suoi libri e reportage di guerra, per le sue posizioni che hanno sempre fatto discutere, dal tema dell’aborto all’attentato dell’11 settembre. Ripercorrere la sua vita professionale è rivivere più di mezzo secolo di storia italiana e mondiale, dalla resistenza fino ai suoi ultimi anni a New York, città che aveva scelto come residenza, senza dimenticare la sua Firenze dove ha voluto tornare a morire. In questo mondo multicentrico si è immersa Anna Gorini, giornalista esperta di comunicazione, in un lavoro di analisi dei testi per scoprire chi era davvero Oriana Fallaci, libera dai pregiudizi e dalle strumentazioni ideologiche sulla giornalista e scrittrice italiana, tra le più conosciute all’estero. E’ nato Una straordinaria antipatica, edito da Carocci Editore. “Il mito di Oriana Fallaci che lei stessa ha contribuito a creare con la sua esistenza straordinaria ha cancellato la figura di intellettuale della giornalista e scrittrice – spiega l’autrice nell’intervista a sienapost.it -. Di lei si è parlato e scritto molto, ma è rimasto in ombra il suo pensiero che io ho cercato di recuperare in questo libro, partendo proprio dall’analisi dei testi”. A diciassette anni dalla sua morte, il personaggio Oriana Fallaci è stato recentemente riscoperto fino a diventare tema dell’esame di maturità 2023. Anna Gorini nel suo libro analizza le opere di Fallaci, contestualizzandole nel loro periodo storico e riesce a portare il lettore ad una riflessione sul valore intellettuale del pensiero libero della giornalista scrittrice che non si fermava davanti alla guerra, a Khomeini o ad altri personaggi che hanno fatto la storia del secondo Novecento.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI