15.2 C
Siena
lunedì, Settembre 26, 2022
spot_img

Uno strumento per gestirsi il debito e vivere meglio

- Advertisement -

Riceviamo e pubblichiamo un contributo da Leasing Magazine che sta distribuendo il suo numero di novembre. L’argomento è un nuovo strumento finanziario: “Educazione finanziaria: il Gruppo Prelios ha presentato il sito educadebito.com”

Privati, ditte individuali e PMI sono il cuore pulsante dell’economia italiana e, in occasione del Mese dell’Educazione Finanziaria, il Gruppo Prelios ha messo a loro disposizione uno strumento del tutto nuovo, concepito nella certezza che l’aumento della consapevolezza di una adeguata gestione del debito e una solida alfabetizzazione finanziaria possano ridurre – o alla meglio evitare – situazioni di difficoltà creditizia.

- Advertisement -
Ciaccineria

La piattaforma educadebito.com è il nuovo sito web di educazione creditizia del Gruppo, una piattaforma dedicata a debitori privati, piccole e medie imprese e garanti che si rivolge a una platea amplissima di potenziali utenti.

I dati dell’ultimo rapporto IACOFI (Banca d’Italia) pongono di fronte a una drammatica realtà: esistono ampie fasce della popolazione che pur non avendo un livello di competenze adeguato gestiscono quotidianamente l’economia familiare. Considerando sia gli esclusi sia chi è privo di competenze, si tratta di circa 8 milioni di italiani adulti.

«Per il Gruppo Prelios, generare valore sostenibile significa offrire servizi improntati alla massima trasparenza e correttezza, progettando percorsi virtuosi che soddisfino sia l’obiettivo dei debitori di riequilibrare la propria situazione finanziaria, sia quello dei creditori di ottenere un ritorno sostenibile nel tempo dai propri investimenti – ha commentato Fabio Panzeri, Direttore Generale Servicing e Operations di Prelios -. Da questo indirizzo etico e strategico nasce educadebito.com, che prende le mosse dalla nostra esperienza di trent’anni e da una convinzione: un debitore adeguatamente informato può evitare di trasformare una temporanea situazione di difficoltà in una crisi irreversibile. Questo ovviamente giova non solo al debitore ma genera un impatto positivo anche sul sistema bancario, sui carichi di lavoro della giustizia, sull’occupazione, sull’indotto e sul territorio».

Per tali motivi educadebito.com è stato lanciato nel corso del Mese dell’Educazione Finanziaria #OttobreEdufin2021 e, in collaborazione con FEduF – la Fondazione dell’ABI per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio creata da ABI – ha debuttato con un’iniziativa didattica concentrata sugli aspetti determinanti per affrontare in modo lucido e consapevole le scelte relative alle risorse economiche individuali, sia in termini di gestione del quotidiano sia nella prospettiva del risparmio e della protezione finanziaria.

«Il Mese dell’educazione finanziaria è una straordinaria opportunità che permette a FEduF e a Gruppo Prelios, uno dei principali player attivi in Italia ed Europa nell’alternative asset management e nei servizi immobiliari specialistici, di mettere a disposizione un percorso innovativo su tematiche di rilievo fondamentale in questo particolare momento storico – ha dichiarato Giovanna Boggio Robutti, Direttrice Generale della Fondazione creata da ABI -. Questo aspetto è cruciale poiché l’educazione finanziaria è materia che a tutti gli effetti contribuisce alla definizione dei concetti di legalità e di democrazia, rappresentando non solo uno strumento di tutela e valorizzazione del patrimonio economico individuale e sociale, ma anche un diritto di cittadinanza richiamato dalla stessa Costituzione».

L’incontro “educadebito” si è tenuto online lo scorso 26 ottobre sull’hub digitale Radio Prelios. Nell’occasione sono stati illustrati contenuti e finalità della nuova piattaforma, realizzata in collaborazione con H-FARM e in partnership con FEduF per incidere positivamente sul profondo legame tra la conoscenza economica dei singoli e la correttezza delle loro decisioni finanziarie.

Fabio Panzeri, Ceo di Prelios Credit Servicing e Direttore generale Servicing & Operations del Gruppo Prelios, è intervenuto al panel “NPL, Da sofferenze a cantieri da sviluppare” in occasione di RE Italy, la convention italiana del Real Estate giunta alla 15° edizione.

«Un po’ come recentemente successo nel mondo dei crediti UTP, anche nella gestione dei sottostanti Real Estate tramite Reoco esiste la grande opportunità di introdurre un approccio industrializzato» ha commentato Panzeri, secondo cui «la sfida per il settore è quella di dotarsi di capacità analitiche, anche digitali, e di macchine di asset management e commercializzazione capillari in grado di estrarre valore non solo da pochi single names, ma da un volume elevato di immobili e cantieri che spesso vanno all’asta a prezzi estremamente bassi».

Il PNRR, ha aggiunto il Ceo di Prelios Credit Servicing, «potrebbe rappresentare una opportunità per rilanciare molti immobili in corso di costruzione, che spesso sono invece abbandonati in procedure esecutive e fallimentari, e non riescono ad attrarre un investitore».

Moderato da Francesco Lombardo, Partner di Freshfields Bruckhaus Deringer, il panel di cui faceva parte Fabio Panzeri includeva Luca Mazzoni, Ceo Protos Group; Paolo Pellegrini, Direttore Generale Cerved Credit Management Group e Luca Penna, Partner di Bain & Company.

(in copertina Fabio Panzeri, Ceo di Prelios)

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI