20.3 C
Siena
mercoledì, Settembre 28, 2022
spot_img

Faccia a faccia con Bezzini: ecco la Sanità senese e toscana

- Advertisement -

Simone Bezzini, assessore regionale a sanità e Diritto alla Salute, ha appena concluso la sua informativa sulla pagina Fb di SienaPost dall’Hotel Four Points By Sheraton di via Lombardi a Siena. In premessa Bezzini ha mostrato una serie di slide in cui è stato spiegato e ordinato il rapporto Sanità sulla Toscana (dati in prevalenza Agenas).

L’assessore ha annunciato che fra qualche settimana, quando il Consiglio regionale avrà concluso la prima parte degli Stati generali sulla sanità, l’intenzione sarà di continuare facendo una grande campagna di sensibilizzazione. E saranno avviati confronti con tutte le zone-distretto, con tutte le aziende e tutti gli stakeholders della Sanità toscana.

- Advertisement -
Ciaccineria

Per illustrare la situazione sanità, Bezzini è partito da due punti… Il primo, la Toscana nel 2019 aveva con il Veneto le migliori performance sui livelli essenziali di assistenza; il secondo, la Toscana si è mostrata in periodo di Covid quella con il più alto tasso di resilienza delle attività sanitarie tradizionali. Ha evidenziato arretramenti ma svetta oltre la media nazionale. Aggiungendo un terzo punto che è quello che Toscana e Puglia hanno fatto registrare i più alti tassi di coinvolgimento della popolazione nella campagna di vaccinazione, Bezzini conclude dicendo che dietro un vanto c’è la conseguenza di aver molto provato gli ambienti sanitari.

Ricordando il suo ingresso nella sala, quando quasi ogni capo reparto presente ha ricordato all’Assessore la mancanza di personale, Bezzini rende molto chiaro che sulla Toscana sono destinati a piovere milioni e milioni, anche per la formazione oltre che digitalizzazione e ospedali-case di comunità.

Ce ne sono sei in partenza nel Senese, tre di nuova costruzione, compreso l’hub territoriale che si collocherà nei locali della Provincia in viale Sardegna. Bezzini ha lungamente spiegato i livelli della risposta sanitaria ai pazienti toscani e senesi e le procedure per ottenere i fondi del PNNR e del Dm 20.

Pino Di Blasio, capo della Redazione della Nazione Siena, ha a questo punto stimolato con arguzia e spirito l’assessore sulla narrazione ufficiale della Regione paragonandola alla partita della Nazionale ieri a Palermo: “tante azioni, nessun gol”. La Nazione nel 2019 aveva anticipato l’utilizzo dell’hub di viale Sardegna, ma esso è ancora alla fase dei protocolli. Dal dire al fare, ha chiesto tempi certi.

Per Bezzini il passaggio e la realizzazione si determineranno nel quinquennio post 2025. Queste le necessità burocratiche, prevalentemente statali, per ultimare i passaggi verso Governo, Mef, Conferenza Stato-Regioni e passare alla parte attuativa. Restano tuttavia alcuni provvedimenti che faranno decollare il PNRR nelle prossime settimane e metteranno al centro l’assistenza territoriale con tempi di 4 anni alle Regioni per le realizzazioni.

Su Siena altro grosso intervento arriverà sull’Ex Psichiatrico dove sono previsti complessivamente quaranta posti letto. Bezzini parla anche di Rapolano e Montalcino.

A Bezzini, Cristiana Mastacchi e Pino Di Blasio, tra le altre cose, chiedono anche senza mezzi termini se i direttori generali di Asl e Ospedale, tra l’altro presenti in sala, saranno confermati. “Hanno la mia fiducia – dice Bezzini -: la continuità in tempo di pandemia ancora non rientrata e di Pnrr è un valore”.

In sintesi Bezzini che ha ammesso di esser propenso a giudicare il bicchiere sempre mezzo vuoto, ha anche mostrato la sua attenzione e la cura per ogni aspetto di questa fase di riforma che ci sarà. Con risposte puntuali a ciascuna domanda, ha confermato la volontà di coinvolgere nel cambiamento gli operatori ad ogni livello e ricordato che l’operazione di viale Sardegna a Siena è, tra tutti gli interventi previsti in Toscana, quello più importante e cospicuo.

L’aspetto fondamentale più volte ricordato è che l’ottenimento di risorse finanziarie è come la raccolta da un campo seminativo dove, prima, va esercitato un lavoro preparatorio in cui la Toscana eccelle.

Al momento della pubblicazione di questo testo, l’evento vive i suoi ultimi fatti e potrà esser presto rivisto per intero sul podcast di SienaPost. All’assessore i ringraziamenti espressi da Cristiana Mastacchi di essersi reso disponibile a questo approfondimento sulla Sanità senese che ha reso chiara l’attuale situazione e mostrato gli aspetti di criticità oltre a quelli che inducono all’ottimismo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI