20.3 C
Siena
mercoledì, Settembre 28, 2022
spot_img

Nasce Tertium datur, Vittori: “Il civismo non è un brand ma vero coinvolgimento dei cittadini”

- Advertisement -

Tertium non datur, sosteneva Aristotele per indicare che non c’era una terza opportunità. Forse nel campo matematico aveva ragione, ma in quello politico, togliendo la negazione, si vuol dimostrare che si può trovare un’altra soluzione. Ci prova un gruppo di cittadini senesi che proprio con il nome Tertium datur ha aperto un cantiere di idee per Siena 2023. Dove vogliono andare? Non si pongono obiettivi, se non quello di contribuire al dialogo per il progetto di città nuova. “Cerchiamo con le nostre forze e la nostra passione un’alternativa che centrodestra o centrosinistra non hanno saputo dare – spiega Michele Vittori, portavoce per 3 mesi di Tertium datur, Siena bene in comune -. Siamo un cantiere che ogni giorno si misura sia sui problemi che sulle nostre aspettative. Dopo questi anni difficili in teoria è anche più facile fare un progetto perchè si parte da 0, c’è bisogno di idee nuove e di un nuovo modo di amministrare. Proprio per questo noi pensiamo ad una amministrazione partecipata”. Un cantiere di idee che proporrà un candidato? “. Non sono le elezioni il nostro obiettivo, ma il coinvolgimento, la partecipazione dei cittadini che sono arrabbiati ma anche propositivi, come emerge nei nostri incontri. Al momento siamo aperti al dialogo e ad incontrare le altre forze come abbiamo fatto con il Terzo polo. Sarà interessante vedere cosa faranno, in questa campagna elettorale, i partiti tradizionali che appaiono confusi e quante liste civiche ci saranno perchè oggi il civismo è diventato un brand, chiunque si dichiara tale, ma bisogna fare attenzione a chi lo è davvero e chi maschera”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI