15.9 C
Siena
domenica, Maggio 19, 2024

“Il tempo si osserva, il clima si calcola” Ma entrambi hanno gravi problemi “Alieni come il granchio blu testimoniano stato di alterazione”

Si è svolto presso l’aula esterna del Plesso Universitario San Niccolò la presentazione del “Contest nazionale riservato alle scuole superiori sui Cambiamenti climatici e salute. Immagini sul mondo che cambia. Ambiente, biodiversità, clima e salute”, uno dei primi convegni della terza giornata di eventi del Festival della salute 2023. L’evento comincia con una breve introduzione di Franz Campi, comunicatore e autore televisivo, che spiega come i cambiamenti climatici influenzino ogni aspetto della nostra vita illustrando come saranno proprio le nuove generazioni quelle più colpite.

La parola passa poi a Carlo Cacciamani, direttore Agenzia ItaliaMeteo, che espone agli studenti il funzionamento del centro meteorologico nazionale, attivo nella produzione delle previsioni meteo e delle valutazioni sul clima. Cacciamani spiega poi la differenza fra tempo e clima: “Il clima è molto diverso dal tempo, è legato alla media delle temperature di un territorio. Il cambiamento climatico non c’entra niente con la variabilità del clima: il tempo si osserva, il clima si calcola”. Mostra poi come le temperature si stanno gradualmente alzando, costituendo un grave problema per il pianeta: “I picchi di calore stanno diventando un problema ricorrente, abbiamo una situazione climatica che ricorda più un clima africano che quello mediterraneo. Questi picchi di temperatura hanno una ricaduta importante sulla salute, soprattutto per le persone anziane”.

- Advertisement -

Lidia Castagnoli, Legambiente ER, progetto Life Green4Blue interviene poi illustrando come il cambiamento climatico influenzi anche la biodiversità dei nostri territori. Parla del granchio blu e delle specie invasive: “Sono specie aliene, che vengono da un’altra parte del mondo; rilasciate in natura, queste specie diventano talvolta invasive non avendo predatori naturali ed avendo delle capacità riproduttive importanti. Le specie aliene testimoniano l’alterazione di un equilibrio”. Concludendo il suo intervento espone poi il progetto Life Green4Blue e come cerca di tutelare la biodiversità della natura.

Com’è cambiato il clima in Toscana e in particolare nel senese? Lo illustra Tommaso Torrigiani Malaspina, Consorzio LaMMA, servizio meteorologico della Toscana: “Come in tutto il mondo in Toscana il clima sta cambiando. Il mediterraneo è un punto caldo, dove i cambiamenti viaggiano più veloci che in altri luoghi, ma in toscana la questione ci tocca meno direttamente”. Torrigiani mette però allerta i giovani: “Mentre qui possiamo continuare a vivere, altri luoghi del mondo non sono quasi più vivibili”. Entrando nello specifico del nostro territorio, il dirigente Lamma descrive un’estremizzazione dei fenomeni: periodi molto lunghi di siccità che si alternano a periodi di forti alluvioni; e porta come esempio gli oliveti che oramai vengono regolarmente irrigati per garantirne la produttività. “In Toscana c’è un aumento medio delle temperature di 1.5 gradi di estate – spiega Torrigiani -, in collina e in montagna si sentono di più queste variazioni. Dovevamo muoverci 50 anni fa, voi studenti ormai potete solo adattarvi ed essere consapevoli dei cambiamenti del nostro pianeta”.

Parla poi Barbara Tomassetti, Centro di eccellenza della ricerca CETEMPS che si occupa di previsioni e di divulgazione per giovani. Tomassetti non concorda con quanto affermato da Torrigiani, sostenendo che i giovani non debbano solamente adattarsi e che invece sia fondamentale il contributo delle nuove generazioni nel cercare di arginare il cambiamento climatico: “Non vi dovete banalmente adattare – afferma Tomassetti – voi potete fare la differenza, ognuno di voi è potente, insieme siamo una forza, cambiando le abitudini possiamo arrestare questo cambiamento”.

Interviene poi a Marco Frosolini, Area manager Bper Banca che spiega l’importanza di preservare l’ambiente: “Tutti insieme possiamo fare la differenza e voi giovani siete in prima linea. La banca premia chi si attiva in questo contesto, perché essa ha un valore sociale, per questo si deve impegnare in questa maniera. La banca ha l’obbiettivo di diffondere questo seme di conoscenza che avete già dimostrato di saper portare avanti”.

Prima delle premiazioni i saluti conclusivi spettano a Paolo Amabile, uno degli organizzatori di questo contest: “Spero che queste foto abbiano fatto passare un messaggio importante e che vi faccia riflettere, spronandovi a partecipare anche il prossimo anno”.

Giunge quindi il momento delle premiazioni del contest, dove tra le tante immagini e video sono stati selezionati tre vincitori per ognuna delle due categorie. Il primo posto nella categoria fotografica va a Viola Cacciari, una ragazza bolognese di 14 anni che nella sua immagine mostra un procione costretto a cibarsi di spazzatura per sopravvivere ai cambiamenti climatici in atto, Viola si aggiudica così un monopattino elettrico messo in palio da Life Green4Blue.

A stemperare l’atmosfera catastrofista dell’evento ci pensa Diego Parassole, attore ZELIG che coinvolge gli studenti recitando il monologo “Stanno arrivando i cambiamenti climatici e non ho niente da mettermi”. In conclusione, arrivano gli esponenti del Friday fo Future, il movimento nato dagli scioperi di Greta Thumberg, che invitano gli studenti a far parte dell’associazione e alle manifestazioni per il clima.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI