16.2 C
Siena
sabato, Ottobre 1, 2022
spot_img

Buona festa della mamma Wonder Women

- Advertisement -

La mamma. Sinonimo di dolcezza, amore incondizionato, pazienza e dedizione totale. Che è anche vero, ma è sempre così?

Oggi si celebra la nostra festa (come se fosse necessario un giorno in particolare), ma tutte noi sappiamo che non è tutto da favola. Non ci svegliamo la mattina con il grembiule e la faccia perfetta, pronte a servire la colazione alla famiglia con il sorriso sulle labbra, con i bambini che sorridono gioiosi e pronti per affrontare una nuova giornata. Vi prego, ditemi che non sono la sola che la mattina apre gli occhi già pensando quanto manca per tornare a dormire, che non urla “Gnamo, è tardi!” almeno trecento volte in mezz’ora e che parte a corsa nel terrore che chiudano i cancelli della scuola e poi non sa dove mettere le creature.

- Advertisement -
Ciaccineria

La giornata della mamma inizia subito con un’organizzazione di vestiti, cartelle e colazioni. Poi c’è la “parentesi” del lavoro (che forse è il vero stacco della giornata) che dura fino al suono della campanella e lì sì che inizia la giornata vera e propria. Quella dei compiti, dello sport e dei giochi e dei capricci. Ma nel frattempo ci sono quelle altre tremiduecento cose da fare a cui pensare prima che faccia buio (che poi la tua testa è già al giorno dopo…). Una roba che sembra a volte di essere il GM di una multinazionale (sappiatelo!).

Quando arriva l’ora di cena sai già che si avvicina il momento clou, quello che aspetti da tutta la giornata. Tu lo sai he non sarà proprio un momento relax (O almeno, in casa mia sembra che il letto abbia gli spilli!): e non si vogliono lavare, e non hanno sonno, e poi hanno sete, e poi si sono scordati di fare una cosa e poi non riescono a dormire (quanto a te invece riuscirebbe così bene dormire…).

Finalmente il silenzio. Ci siamo. È il tuo momento. Ti puoi fare una doccia, guardare un film, leggere un libro, un po’ di intimità oppure solo dormire. E se sei fortunato ce la fai. Certo che ce la fai. Ma poi, quando spengi la luce, il sogno si infrange… perché una notte a dritto per tante è un miraggio ed il vero obiettivo della giornata.

Quando stai per diventare mamma ti immagini un po’ la mamma del Mulino Bianco, ma poi piano piano ti rendi conto che sei molto più simile ad un supereroe. E allora in questo giorno facciamoci gli auguri, diamoci un abbraccio virtuale care le mie Wonder Women, perché noi sappiamo come stanno davvero le cose, che le difficoltà di una sono le difficoltà di tutte e sentirselo dire ci fa sentire più forti ed in buona compagnia. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI