13.6 C
Siena
mercoledì, Aprile 17, 2024

La forza di sognare che dà la musica

Ludovica Ghiori, nata a Siena il 6 Aprile 2001 è una giovane senese che ama scrivere, creare, ballare, mangiare, gli amici, l’amore, il teatro e la vita, ma niente supera la passione per il canto.
Ha frequentato il liceo linguistico Monna Agnese e adesso vive a Firenze per studiare marketing e comunicazione con specializzazione in traduzione ed interpretariato in lingua inglese, e francese.

“Attraverso la musica parlo di sogni, sentimenti, dimensioni introspettive ed esperienze di vita” dice Ludovica

- Advertisement -

La giovane racconta di come un giorno da bambina, mentre era a curiosare nella mansarda della nonna tra gli oggetti del passato, costumi, abiti, fotografie, si è imbattuta in degli “oggetti magici” (così li chiama Ludovica), i vinili. Boston, Electric light Orchestra, Bee Gees, Phil Collins erano i vinili dei suoi genitori, si ricorda ancora la magia di soffiare sulla polvere e sentire quella musica prendere vita dopo anni di abbandono.

Nel periodo delle medie iniziò a partecipare al coro scolastico e spesso prima di entrare a scuola tutti i suoi compagni di classe si radunavano davanti all’ingresso per sentirla cantare “Wake me up before you go-go” degli WHAM, ricordo che la fa sorridere.
Spinta da un vortice di sostegno ed entusiasmo decide in prima media di iscriversi alla scuola di musica Diapason che è stata per lei una seconda casa fino alla maturità.

“Una passione può essere a tutti gli effetti una mano tesa pronta ad aiutarti” racconta Ludovica.

Prima di iniziare il liceo ha subito una brutta perdita. All’età di 13 anni ha perso suo padre: “Chi ci è passato – racconta – lo sa com’è vivere non tanto il lutto ma la malattia di una persona”. La musica allora come oggi le ha dato modo di sognare, anche quando sembrava impossibile.

Di suo padre si ricorda la tenacia, i suoi occhi dolci e la loro forte passione per la musica di Elton John. Grazie alla musica e all’aiuto della sua splendida mamma, una donna dolce e coraggiosa, ha vissuto un’adolescenza serena e spensierata, andando al liceo, continuando a studiare musica e recitazione ed uscendo con gli amici del cuore.

In quarta superiore ha vissuto sei mesi negli Stati Uniti nello stato dell’Illinois in un piccolo villaggio piuttosto sperduto tra le distese tipiche del Midwest di nome Milford. Li ha frequentato la scuola superiore locale dove ha studiato canto corale e Musical. Chicago, un paradiso per la musica Blues.

Dai 20 anni ha iniziato a suonare principalmente cover nei locali tra Siena e dintorni, cercando musicisti e situazioni per mettersi finalmente in gioco dopo anni di studi. Tutt’ora continua a studiare canto a Firenze e da un anno ha incontrato due persone meravigliose che l’accompagnano in un nuovo percorso tutto loro. La formazione è chitarra, basso, voce, integrando anche Synth e Drum machine per le percussioni. Il loro genere è tra l’alternative rock e il dream pop e il gruppo si chiama Birds of A Feather.

“Per me è stato difficile e lo è tutt’ora… ” racconta Ludovica.

Le opportunità non bussano alla porta, sta a noi crearle e nel momento in cui Ludovica ha deciso di intraprendere un percorso musicale al di fuori della scuola di musica ha dovuto imparare a muoversi in autonomia e seppur difficoltoso, le sono tornate indietro molte soddisfazioni.

Il suo sogno più grande è quello di continuare a scrivere la sua musica, portando avanti il progetto che ha iniziato con il suo gruppo, suonare nei locali, avere modo di condividere con l’esterno la sua passione, evolvere come artista, fare esperienza suonando dal vivo, imparando nuove cose e continuando a studiare per raggiungere maggiore sicurezza.

“In questa fase prendo ogni opportunità che arriva come un grande dono. I miei 22 anni voglio ricordarli come un periodo di scoperta, crescita ed evoluzione” conclude Ludovica.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI