20.6 C
Siena
sabato, Settembre 30, 2023

L’intensità del canto

Eugenio Zunino, giovane brucaiolo e componente della famiglia Socini Guelfi, la quale ha respirato molto la Siena passata, è un cantante d’Opera e grande amante della musica classica di soli sedici anni, nato il 25 maggio del 2006.

“Andavo con i miei amici ai giardini della Torre e spesso sentivo un bellissimo canto di una voce femminile provenire da una finestra sopra di noi. Mi isolavo per molto tempo ad ascoltarla, inconsapevole che proprio quella voce qualche anno dopo mi avrebbe insegnato a cantare” racconta Eugenio.

L’avvicinamento al canto è stato per tempo rimandato perché spesso, soprattutto nel periodo delle medie, gli veniva detto di non essere portato.
Ha dunque  definito il suo rapporto con il mondo musicale come conflittuale, composto da un’opposizione tra “amore e odio”.

Amore, perché è travolto da una forte passione e da una serie di emozioni che solo la musica sa trasmettergli, e Odio, perché per molto tempo non si è sentito in grado di poter fare uscire il suo sogno dal cassetto.

- Advertisement -
Teatro Orfeo Taranto, Tosca

Finiti gli anni delle medie Eugenio decide di lanciarsi, non era disposto a non provarci nemmeno. Si mette così in contatto con la maestra Cristina Ferri, la quale gli fissa una prima lezione.

“Era il 6 Agosto del 2020, non me lo scorderò mai” racconta.

Da quel momento non ha mai smesso di cantare, ha semplicemente iniziato un grande e strepitoso percorso nel mondo della lirica, che è sempre stata la sua prima scelta.

Nel 2020, anno in cui il giovane ha iniziato a cantare, i teatri d’Italia vennero chiusi.
Aveva acquistato qualche tempo prima i biglietti per andare a vedere un’Opera di Giuseppe Verdi ,“La Traviata” ma venne annullato tutto a causa della Pandemia da Covid19.

Eugenio si è così ritrovato a fare un anno di opera, senza mai averne vista una.

Teatro dei Rinnovati, Tosca

Adesso a soli sedici anni vanta di aver cantato a Fiuggi “La Bohème” di Puccini e “La Tosca” per ben due volte, a Siena e a Taranto.

L’obbiettivo più grande di Eugenio è quello di riuscire a dare alle persone ciò che il canto e la musica riescono a dare a lui ed è per questo che ha impresse nel cuore delle dolci lacrime di una signora anziana, che si emozionò grazie al suo canto.

La passione per la musica non conosce limiti e Eugenio lo sta dimostrando esprimendo la bellezza e l’intensità del canto lirico.

Eugenio e sua sorella Agata

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI