16.2 C
Siena
sabato, Ottobre 1, 2022
spot_img

Il peggior sindaco d’Italia?

- Advertisement -

Vorrei fare una considerazione. Come lo specchio della regina cattiva, gli astuti sondaggi del Sole24Ore – https://st.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2010/01/sindaci-pagelle-foto.shtml?uuid=ABgRD8L – gli valgono da anni una pubblicità gratuita su tutta la stampa italiana. Dove si vive meglio, chi è l’amministratore più bello, chi è il più bravo a raccogliere rifiuti. Sono carine, ed anche a loro modo importanti, servono talvolta a qualche attacco a raso o a una mela avvelenata – https://www.itvonline.news/2022/07/04/gradimento-sindaci-festa-ultimo-in-classifica-e-il-peggiore-ditalia/ – ma tradotte in significato reale la loro importanza scema. Sono talmente attuali, da risultare decontestuali nel momento che si andranno a contare i voti.

Da quando nei comuni c’è prima il maggioritario e il ballottaggio percentuale di gradimento dopo sulla popolazione residente, avere mesi prima una valutazione di consenso così così conta il giusto, dal punto di vista elettorale.

- Advertisement -
Ciaccineria

A Siena, se la memoria non ci inganna troppo con 11/12.000 voti si può diventare sindaco su un elettorato attivo (al primo turno) di 28/30.000.

De Mossi c/ Valentini (2018): https://www.corriere.it/elezioni-2018/risultati-comunali/siena_052032.shtml -,  Valentini c/ Neri (2013): https://www.repubblica.it/static/speciale/2013/elezioni/comunali/siena.html -. Per avere risultati sopra i 18.000 non basta considerare Ceccuzzi (primo turno 2011): https://www.repubblica.it/static/speciale/2011/elezioni/comunali/siena.html, ma bisogna tornare ancora più indietro con la memoria… almeno a Maurizio Cenni (primo turno, 2006: https://www.repubblica.it/speciale/2006/elezioni/comunali/siena.html).

Quindi al di là di frizzi e lazzi, a noi che piace la valutazione politico-strategica solida, prospettica, diciamo che a Luigi De Mossi che ha rinviato a settembre le sue decisioni di ricandidatura, sapere di avere un quaranta per cento di gradimento apprezzato da IPR Marketing per il Sole 24ore – https://www.ilsole24ore.com/art/sindaci-brugnaro-top-e-sala-ascesa-portano-vetta-grandi-citta-AE7lWNjB -, gli significa che elettoralmente può oggi agevolmente arrivare primo al ballottaggio 2023 e giocarsi la sorte con il secondo arrivato. Vi pare poco?

In fondo, come nel caso delle ultime due tornate amministrative, a Siena anche le prossime presumibilmente si giocheranno non tanto al primo turno – che De Mossi a questo momento ha valutato e assicurato – ma al ballottaggio.

E allora conteranno gli accordi – apparentamenti o meno che siano – con chi ha raccolto voti che non può più spendere in proprio e dovrà indicare chi sostenere tra i due contendenti rimasti. Chi volesse fare scenari con le ipotesi di candidature annunciate ha di che sbizzarrirsi nel frattempo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI