24.5 C
Siena
lunedì, Maggio 27, 2024

Note di Siena, stiamo tutti bene e pensiamo a Gara 2 – VIDEO

Mensanini più giovani degli avversari. Ma è tutto riazzerato, salvo gli auguri di coach Magro

Il basket è anche questo. Una partita così ricca di situazioni e personaggi, di momenti e di cornice, l’indomani, un domani come il nostro… Pluff, va nel cestino e si guarda avanti. Dopodomani, mercoledì 24, alle 20:00 la Note di Siena Mens Sana e la Garden Resort San Vincenzo, risaranno al PalaEstra per Gara 2 di questa semifinale Play-Off. E ancora una volta non ci saranno vantaggi in partenza per alcuna.

Anzi, no, finora San Vincenzo ha giocato due partite al PalaEstra, in entrambe ha dettato il gioco. Una l’ha vinta di cinque e l’altra l’ha persa di un punto. Delle due è la squadra che si è mostrata più tecnica, disciplinata e competitiva.

- Advertisement -
Siamo sotto di 7: pronti raddoppio su Edoardo Pannini. O di che avranno avuto paura?

Sentiamo un’intervista al loro coach, molto più filosofico di noi, che accetta bene un risultato che al momento non significa nulla. Francesco Baroni ci conferma quello che pensavamo. San Vincenzo ha comandato il gioco tutta la gara, ma nel finale probabilmente “la palla era più pesante”, la stanchezza si è fatta sentire e le pulite occasioni di concludere che i tirrenici hanno continuato a costruirsi non sono state precise. Poi maschera l’insoddisfazione ma ci tiene a sottolineare che Siena vince perché prima impatta con due tiri di tabella e poi manda dentro al secondo rimbalzo la palla decisiva che taglia loro le gambe. Quindi… fortunelli a suo dire.

Scusi signor arbitro… ci permettiamo di obiettare

Ecco, la stanchezza. Ci sarà in campo la stanchezza dopodomani? Se giocasse anche lei, con tutti gli scongiuri del caso, l’età media inferiore della Mens Sana avrebbe il suo peso. Purché il Palazzo faccia il Palazzo, cioè ci sia gente e che sia motivata, perché sugli spalti c’è il fattore X che gioca accanto alla Note di Siena.

Li vogliamo affamati, arrabbiati, cannibali perché davanti avremo un San Vincenzo più brutto e più cattivo soprattutto se le energie tenderanno a scemare. Coach Betti e i suoi collaboratori di certo sapranno affrontare ciò che attiene alla preparazione di strategia e psicologia.

Alessandro e Riccardo, amici di lunga data

E sul parquet torna Alessandro Magro. Giocata di sabato una partita che non lo ha lasciato tranquillo, aveva fatto un salto a casa, a Castelfiorentino. Poi la decisione improvvisa di dire ciao agli amici senesi. Come no Alessandro? Siamo qui e per favore fa che la Germani ritrovi gli stimoli e, domenica, stroncate Milano nel duello fra prime in classifica. E così, dopo Marco Crespi e “Bip” Vidili, dopo Tomas Ress, è l’ennesimo prodotto del nostro basket che ci dice: non vi ho dimenticato e vi rivoglio in alto. Anzi, Alessandro i suoi auguri ce li ha anche lasciati registrati. Per il pubblico è sempre un piacere, come una macchina del tempo.

Molto probabilmente mercoledì torneranno funzionanti i pannelli segnalazioni che, a partita appena iniziata, ieri, sono andati in tilt e non hanno segnato più punteggi individuali e falli. Tecnologia di tanti anni fa che finché stava lassù, funzionava a puntino; quando la sicurezza del Palazzo ha invece ritenuto di dover togliere peso al soffitto, tutto ha cominciato a essere laborioso per rifunzionare.

Tabelle alla mano, troviamo che l’andamento del punteggio contro San Vincenzo sia stato molto simile a quello dell’incontro della seconda fase. Sono cambiati i marcatori che almeno da parte mensanina dovrebbero tornare in fiducia: tiro aperto lo si prende, riaprire il gioco col marcatore che rientra può costringere all’errore di passaggio o di tecnica. La generosità non conta nel basket, a meno che non si chiami assist. Ieri, a parte Tognazzi che meriterebbe un articolo tutto per lui, così come lo meriterebbe il capitano, i tiri riusciti che ricordiamo di più sono quelli di Brambilla – intervistato alla fine come uomo-partita – e Marrucci, entrambi sfidati a tirare.

E comunque dato che Gara 3 sicuramente sarà giocata, sottolineiamo l’avviso di Io Tifo Mens Sana che anche ieri ha raccolto le prenotazioni per San Vincenzo domenica prossima 28 aprile. “Il costo del pullman – scrive la nota – sarà di circa 20 euro per un numero minimo di 40 persone. Qualora non raggiungessimo il numero minimo andremo con le macchine. Ci ritroveremo comunque alle 11:15 nel piazzale della Mens Sana per partire alle 11:30. Per chi deciderà di mangiare al ristorante, vi informiamo che abbiamo prenotato di nuovo al Lupo Cantero e che il prezzo è sempre di 30 euro a persona per menu di pesce.
Da lunedì, chi volesse, aggiungersi potrà contattare via whatsapp Laura al 3478332810 dopo le 20:00″.

E infine… Dall’infermeria non arrivano allarmi di acciacchi o risentimenti… e quindi se è così… Stiamo tutti bene.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI