15.9 C
Siena
domenica, Maggio 19, 2024

Questa o quella per me pari sono! 

Confesso che questa campagna elettorale è stata proprio strana, ove si sono confusi anche il ruolo di chi ha perduto e chi ha vinto almeno al primo turno. Lo avevo già scritto ma stamattina mi sono visto la diretta Facebook di Pacciani e alcune sensazioni sono divenute certezze, mentre alcune certezze si sono dissolte lasciandomi dubbi ed interrogativi che, credo, rimarranno senza risposta.  Per un attimo ho addirittura pensato di assistere al Rigoletto, con l’ex candidato Pacciani nel ruolo del Duca di Mantova.

Intanto il fatto che chi è fuori dal ballottaggio detti condizioni a chi farà il ballottaggio è singolare, perfino anche più che le due ballottanti, nel tentativo di contendersi gli ipotetici voti disponibili, non solo accettino le condizioni, ma rispondano ad un documento apprezzandone gli elementi programmatici ed impegnandosi entrambe a recepirli nella loro mozione ed attuazione programmatica. A queste dichiarazioni di apprezzamento l’ex candidato sindaco Pacciani risponde, traduco in soldoni, che è soddisfatto, ma talmente soddisfatto che a prescindere da chi vincerà, quindi centro destra o centro sinistra non importa, visto che sono così ammaliate dai famosi nove punti programmatici, in cambio di una probabile astensione alla presentazione del programma della vincitrice, esiste anche la disponibilità a svolgere un ruolo di garanzia dentro il Consiglio Comunale, tipo la Presidenza ad esempio aggiungiamo noi, perché comunque lo scopo finale è quello di rafforzare il polo Civico che rimane quindi una reale alternativa ai partiti (cioè quei soggetti politici che sostengono entrambe le candidate) e che nel frattempo pensa a fusioni tra liste, che poi non sarebbero altro che il restituire a Per Siena il ruolo ed il peso che aveva prima della discesa in campo della gioiosa macchina da guerra delle sette liste, ora ridotte a sei.

- Advertisement -

Ed io mi chiedo ma davvero tutte le liste che compongono quel raggruppamento e i candidati che hanno preso preferenze in quelle liste, sono indifferenti di fronte al fatto che possa vincere “questa o quella”, ma davvero questo è l’alto senso politico che esprime il civismo nostrano che passa dalle parole d’ordine “nessun rapporto con i partiti” al “come siete, siete”?  Capisco perché Siena Civitas sia precipitosamente uscita, non capisco altri, anche quelli che se parli di loro si adombrano.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI