13.6 C
Siena
mercoledì, Aprile 17, 2024

Seconda prova, quando si scopre che il Drago ha bisogno di un ferro

Guardiamo la prova con i troppi caffè di un risveglio affrettato. Vedendo che a Andrea Coghe gli viene riconsegnato un ferro da cavallo, ci viene da pensare – chiaramente con i crismi della scaramanzia -… Daglielo anche un ferro di cavallo a Tempesta e al Drago!!! Ne avessero bisogno…

Comunque il primo a supporre che qualcosa non va è Scompiglio che allerta il mossiere dopo un incespicare tra i canapi, forse proprio tra Chiocciola e Drago. Anda e Bola non ha nulla di particolare, mentre Ungaros lo portano all’entrone per ferrarlo nuovamente. Di qui il fatto più evidente che costa al programma del Palio una ventina di minuti di ritardo.
Ritardo che comunque guardando al cielo non è così importante, ci sta che nel pomeriggio di tempo ce ne sarà in abbondanza.

- Advertisement -

Al momento giusto, Ambrosione butta giù il canape con un altro allineamento da manuale. Tutte al loro posto, salvo la Tartuca che a metà mossa decide di “fare una passeggiata” verso gli sprangati per “facilitare” l’ambientamento di Anda e Bola che qualche segno di nervosismo in più di ieri lo mostra già da solo. Il fantino della Chiocciola reagisce piuttosto male. Non crede alla casualità e mostra carattere. Una per Tutti si impenna un paio di volte e anche questa è cosa fastidiosa, sia per chi ci deve star sopra che per chi è nelle vicinanze dei suoi rampini quando ricade.

Comunque se screzio volontario c’è stato fra Chiocciola e Tartuca, d’ora in avanti, se si corrono le prove, avranno di che contentarsi: saranno sempre accanto.

All’abbassamento abbiamo una partenza dei giorni nostri, dove i cavalli che non partono è difficile trovarli. Indietro rimangono solo l’Aquila di rincorsa, Tartuca e Istrice che vengono chiuse a sandwich. Le migliori, e anche le più convinte, sono Chiocciola, Onda, Selva e Giraffa. All’altezza di Fontegaia si rischia un altro strizzone, il cavallo della Chiocciola si allontana dagli steccati, quello della Giraffa stringe verso gli steccati: Atzeni si dice contento di quel che ha fatto e il primo San Martino lo fanno Giraffa, Drago, Chiocciola e Onda.

Nella spianata si rialza la Chiocciola, al Casato è Giraffa, Drago e Onda. Molto molto meglio il galoppo trattenuto di Ungaros rispetto a quello di Abbasantesa nonostante le redini lunghe. Le dirigenze hanno chiesto a molti di provare e l’Istrice rinviene forte: al secondo Casato è Istrice, Giraffa, Aquila e Nicchio, al 3 San Martino Istrice e Aquila che vanno a chiudere nell’ordine.

Ah, comunque rispetto ieri nessun cambio di monta, né problemi veterinari.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI