Si può vivere senza spritz?

0
116

Quando si passa alla violenza non si è riusciti a farsi capire. La regola vale per lo sculaccione dato al figlio o per l’attacco alle forze dell’ordine in una manifestazione di piazza. E’ un peccato che si perda di vista la causa scatenante e si discuta di un manipolo di facinorosi invece che del problema reale che ha acceso la discussione. A Roma hanno manifestato ristoratori, ambulanti, albergatori, e categorie collegate al turismo, perchè da un anno non possono lavorare, perchè non sanno quando potranno tornare a farlo, perchè non possono immaginare il loro futuro. “La mia attività – racconta al Corriere della Sera un’imprenditrice – faceva un guadagno di 40 mila euro l’anno e ho ricevuto solo 4 mila euro di ristori”. Non si lamenta perchè non potrà andare in vacanza alle Maldive ma perchè non sa come potrà continuare a sostenere le spese fisse che comunque ci sono e ci saranno anche in tempo di covid.

Ora chi invece ha ricevuto regolarmente lo stipendio commenterà che di fronte alla salute non si può pensare ai guadagni. “Si vive anche senza spritz” è la banale opinione di chi non pensa che dentro a quel bicchiere di prosecco, liquore e selz non manca l’arancia ma la mano del barista spiaggiato sul divano perchè non ha niente da fare, del produttore di vino che ha visto calare vertiginosamente le vendite ma ha continuato a potare le viti per mantenerle in vita, del soffiatore di vetro di Murano che è rimasto a guardare il mare perchè non ci sono più turisti a comprare i bicchieri dove servire quello spritz di cui si può fare a meno.

Si poteva agire diversamente? Lo sapremo a pandemia finita, probabilmente con qualche inchiesta che giudicherà le scelte fatte in emergenza. Si può agire diversamente? Sì, evitando le frasi fatte, i luoghi comuni e i giudizi affrettati, ponendosi sempre la stessa domanda: “Come starei io se avessi un’attività in proprio”. Almeno dimostreremo di avere un po’ di senso civico alla faccia del Covid che ci sta mettendo gli uni contro gli altri.

Ps: La violenza è dannosa non solo per le conseguenze ma anche perchè sposta l’attenzione e non aiuta ad affrontare i problemi reali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here