19.9 C
Siena
lunedì, Settembre 26, 2022
spot_img

Dalle liti alla manifestazione per salvare il Santa Maria della Scala

- Advertisement -

Intellettuali, storici, rappresentanti di associazioni, ex amministratori, semplici cittadini, hanno aderito al comitato spontaneo per il Santa Maria della Scala. In pochi giorni sono state raccolte oltre 300 adesioni. Proprio nei giorni in cui nell’antico Spedale avveniva il passaggio di consegne tra Opera e Sigerico, con scene da coppia che scoppia e si lancia i piatti del corredo. A preoccupare i promotori del comitato Insieme per il Santa Maria della Scala non è stato tanto l’ultimo episodio ma la situazione generale del complesso museale che dovrebbe essere uno dei punti strategici della città e che non ha più un direttore, nè un piano di sviluppo. “Il Santa Maria della Scala è un patrimonio della città di Siena e dell’umanità” è quanto scrive il comitato “Salviamo il Santa Maria della Scala” e non può essere svilito a semplice contenitore di qualche mostra estemporanea, ribadisce una delle promotrici del comitato, la storica Gabriella Piccinni nell’intervista che ci ha rilasciato.

Lunedì scorso si è svolta la manifestazione del comitato in piazza del Duomo, davanti al SMS, mentre in Comune arrivava al sindaco De Mossi la lettera dell’assessore alla cultura Pugliese che rassegnava le dimissioni perchè, scrive tra le motivazioni, è stata più volte scavalcata dallo stesso primo cittadino e non coinvolta in decisioni importanti anche sul Santa Maria della Scala.

- Advertisement -
Ciaccineria

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI