23.2 C
Siena
martedì, Luglio 23, 2024

Natale con i Tuoi, Pasqua con chi Vuoi. Basta che sia a Prato…

Il “Sabionis” mensanino merita un’altra volta di essere lo MVP della gara pre-festiva coi lanieri

Otto Aprile 2023, Prato, Palestra Toscanini. Si gioca il turno Pre-Pasquale del campionato di serie C Gold. La Namedsport Mens Sana Basketball Academy allenata da coach Pierfrancesco Binella espugna il campo di una delle favorite alla vittoria del campionato, la Pallacanestro Dragons Prato con il punteggio di 74-80. Tra i migliori in campo ci sono Iozzi (11 punti) e Sabia (15 punti).

28 Marzo 2024, Prato, Palestra Toscanini. Si gioca il turno Pre-Pasquale del campionato di serie C Unica. La Note di Siena Mens Sana Basketball allenata da coach Paolo Betti espugna il campo di una delle favorite alla vittoria del campionato, la Pallacanestro Dragons con il punteggio di 94-102 (dts). Tra i migliori in campo ci sono Iozzi (17 punti) e Sabia (17 punti).

- Advertisement -

In entrambi i casi la vittoria non è decisiva, ma di sicuro molto importante. All’epoca lo fu per la conquista di un posto ai playoff, in questo caso invece è un altro bel mattoncino per avere il fattore campo a favore nel primo turno dei playoff di serie C, già conquistati matematicamente con diverse giornate di anticipo sulla fine di questa Poule Promozione alla serie B Interregionale.

Un altro comune denominatore è la prestazione del duo Iozzi-Sabia, che un anno fa come adesso, sono risultati decisivi per la conquista dei due punti. Iozzi con le sue triple e con la “calma del Saggio” nonostante qualche contatto al limite. Quella calma che se riuscisse a mantenere sempre lo renderebbe un giocatore ancor più performante di quanto già non lo sia adesso.

Ma la menzione speciale va al nostro Sabionis, che giovedì sera ha completamente smontato – e non è certo la prima volta – lo stereotipo secondo il quale per giocare bene a basket sia per forza necessario essere altissimi, atleticissimi ed esplosivissimi.

Sabionis non eccelle in alcuna di queste tre cose, ma compensa il tutto con mani educatissime, imperturbabilità dell’animo – lui sì che è ormai un vero Saggio – e tanta, tantissima materia grigia. Quella che spesso vale molto di più di muscoli scolpiti e fisici statuari. Sabionis, chiamato agli straordinari a causa della precoce uscita per falli di Prosek, ha fatto impazzire Salvadori ed Artioli, due lunghi che per anni lo hanno “fatto di lavoro” mentre lui “di lavoro” si sbatte in cantina.

Hanno giocato bene in tanti dei biancoverdi: Tognazzi tornato ai suoi livelli, Pannini capitano e metronomo, Puccioni finalmente prolifico da oltre l’arco, Cucini e Marrucci, preziosi con le piccole e grandi cose (difesa, rimbalzi e tiri liberi), Prosek che elargisce talento ed ingenuità in dosi uguali e lo stesso Iozzi. Ma il coro MVP lo dobbiamo dedicare a Sabionis, che ha finito con le mani sulle ginocchia, ma senza arretrare mai di un centimetro.

E forse sta proprio in queste piccole grandi cose il segreto della stagione fino ad ora eccellente della Mens Sana, partita non certo dalla pole position, ma che in silenzio ed a suon di prestazioni e vittorie si è conquistata quel credito che in tanti addetti ai lavori forse non le assegnavano ad inizio stagione.

Delle prime quattro sarà certamente quella con l’età media più bassa, con i curricula meno altisonanti e con minore esperienza, cosa che in certe occasioni potrebbe anche pesare in maniera negativa (vedi derby di andata e gara casalinga con San Vincenzo).

Ma di certo ci fa emozionare (e soffrire) tanto. Anche giovedì sera, l’ha voluta vincere due volte, perché una sola non le bastava. Qualcuno a Prato avrà imprecato forte a veder dilapidare un vantaggio di 10 punti a 121 secondi dalla fine. Qualcuno a casa avrà spaccato il televisore, confidando di trovarne uno nuovo nell’Uovo di Pasqua insieme ai 2 punti Pre-Pasquali sul campo di Prato che valgono ancora il secondo posto alle spalle del Costone.

Già, il Costone. Sabato 6 Aprile si giocherà il derby di ritorno al PalaEstra. Potrebbe valere un po’ per il secondo posto della Mens Sana, molto più che per un difficile tentativo di aggancio al primo posto già saldamente nelle mani dei ragazzi di Maurizio Tozzi.

Ma potrebbe avere invece un valore importante in termini di confronto con i migliori, perché il Costone per ora ha dimostrato di esserlo, confermando sul campo quanto la carta già aveva detto a settembre.

La sconfitta netta del 10 Marzo è ormai alle spalle e non deve rappresentare un fattore di sudditanza psicologica. Che il Costone sia più forte è pacifico. Ma che la Mens Sana si sia guadagnata sul campo il rispetto di tutti, anche del Costone, lo è altrettanto.

Buona Pasqua e Buon Derby a tutti!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI